C.Ar.D. Contemporary Art & Design | the first spread circuit of contemporary art and design

C.Ar.D.-Contemporary-Art-e-Design_-il-primo-circuito-diffuso-di-arte-e-design-contemporanei
Nasce C.Ar.D., la prima edizione di Contemporary Art & Design: festival diffuso d’arte e design contemporanei nei colli piacentini in cui artisti, designer e fotografi internazionali espongono gratuitamente le proprie opere inedite.

Fino al 12 ottobre (dal 12 settembre) le colline piacentine faranno da anima e cornice pressoché incontaminata a un evento nuovo e innovativo, frutto dell’intuizione di pochi mecenati e del grande entusiasmo lievitato strada facendo.

Si chiama C.Ar.D. (Contemporary Art & Design), ed è il circuito di mostre, installazioni, eventi ed esposizioni di artisti noti nel mondo che nei kilometri circolari di percorso tra Pianello Val Tidone, Rocca d’Olgiso, Piozzano e Gazzola mettono in mostra opere inedite, frutto di visioni creative alimentate dalla bellezza dei luoghi.

C.Ar.D. per 1 mese, in 36 kilometri di percorso ad anello in 4 cittadine, con 6 designer, 2 fotografi, 3 pittori, 8 artisti, 18 mostre, 11 location, e poi eventi, conferenze, incontri e proiezioni, offrirà a questa meravigliosa terra del Belpaese, così generosa di scorci storico-artistici e tanto ricca di tradizioni enogastronomiche, uno degli spaccati più interessanti e promettenti dell’arte e del design contemporanei, proponendo al pubblico autentici soggetti, oggetti, immagini e materiali in una costante contaminazione di stili, forme e linguaggi estetici, anche originali e sperimentali.

Vero e proprio viaggio, fisico ed emozionale, nel cuore dell’arte contemporanea più quotata e apprezzata nel mondo, C.Ar.D. è un’occasione unica per un itinerario inedito tra luoghi istituzionali e location non convenzionali – raramente accessibili quando non praticabili se non questa occasione speciale – un circuito a tappe, ad anello, che si snoda tra castelli e cascine, depositi e rocche, aperta campagna e ville, piazze e corti: i 4 Comuni, in questa prima rassegna annuale destinata ad ampliare il proprio cerchio d’azione, saranno invasi da opere d’arte di grande valore, divenendo per un mese il cuore del dibattito artistico internazionale.

Lontano dagli snobismi e dall’elitarismo anche troppo tipici delle rappresentazioni artistiche contemporanee e non solo, C.Ar.D. sarà una finestra gratuita aperta a tutti che consentirà a chiunque di avvicinarsi all’arte e interagire con gli artisti, vederli all’opera e comprenderne i messaggi. Nei giorni del festival, il pubblico e la stampa avranno modo di incontrare l’arte, in questo caso espressione di artisti in costante ascesa nel mondo della critica di settore, semplicemente camminando lungo le strade del circuito.

ORGANIZZATORI:
Paolo Baldacci, mercante d’arte e rinomato storico dell’arte, fine collezionista e amico di centinaia di artisti nel mondo, è noto a livello internazionale anche per i suoi studi e le sue pubblicazioni sul Futurismo e l’Arte Metafisica.
Daniela Volpi, architetto, ha ottenuto premi e segnalazioni a concorsi nazionali e internazionali. Per 14 anni è stata Presidente dell’ Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano, a stretto contatto coi principali fenomeni e personaggi che hanno reso Milano la capitale internazionale del design.

con
Andrea Kerbaker – comunicazione / communication
Cristina Baldacci – sezione arte / art section
Franco Raggi – sezione design / design section
e Giulia Pellegrino

ARTISTI E LUOGHI:
Pianello: greto del Tidone (installazione di Duilio Forte), Rocca Dal Verme (mostra fotografica di Christopher Broadbent), davanti all’auditorio (installazione di Denis Santachiara), vecchio Bocciodromo (mostra e installazione site-specific di Jessica Stockholder, installazione di Marco Ferreri, mostra del fotografo Barney Kulok) biblioteca comunale di via Roma (mostra Painting then for now di Svetlana Alpers, James Hyde e Barney Kulok), due depositi di via Mascaretti (mostra di James Hyde).

Comune di Pianello: Cascina Masarola, a 1 km da Piazza Madonna in direzione Piozzano (mostra e installazioni di Paola Anziché, di Giordano Pozzi e dello Studio Formafantasma); Rocca d’Olgisio (installazione di Attilio Stocchi e scultura di Alice Cattaneo).

Comune di Piozzano: edificio ex Consorzio Agrario di San Gabriele (mostre di Rashawn Griffin, Alice Cattaneo, Ezra Johnson, Fabienne Lasserre).

Agazzano: Villa Scotti Anguissola (mostra di Donna Moylan, installazione nel cortile di Ron Gilad).

Comune di Gazzola: cortile del Castello di Lisignano (opere di Jessica Stockholder, David Alexander Flinn, James Hyde, Fabienne Lasserre).

www.cardcard.it