Casa Vicens: apre la prima opera di Gaudí a Barcellona

© Pol Viladoms

 

Inserita dal 2005 nel patrimonio UNESCO, Casa Vicens è un palazzo di architettura modernista di Barcellona. Casa Vicens è stata costruita da Gaudí a Barcellona tra il 1883 e il 1885 come residenza estiva per il broker immobiliare da Manuel Vicens i Montaner, proprietario di un terreno che aveva ereditato da sua madre Rosa Montaner.
L’edificio aggrega elementi gotici ad uno stile mediterraneo, o addirittura islamico. Gaudì cercava “un Gotico pieno di luce, che facesse uso del colore; un Gotico per metà marittimo, per metà continentale”.

Sono accostati azulejos a mattoni e a pietra grezza, alternando motivi verticali a motivi a scacchiera così da ricordare una costruzione araba. Gli azulejos sono stati disegnati da Gaudí seguendo come modello i fiori presenti nel giardino della casa. Prese spunto dalla natura circostante anche per le ringhiere di ferro, realizzate seguendo la forma delle foglie di palma. La decorazione interna fu altrettanto curata: spiccano le pitture murali, che hanno come tema principale sempre la natura.

Nel 2014 la banca MoraBanc ha acquistato Casa Vicens che con l’aiuto dello studio di progettazione locale DAW hanno trasformato Casa Vicens in un museo che è stato aperto al pubblico lo scorso novembre per la prima volta.

Sfortunatamente il sito non è più come una volta. nel 1925, Vicens vendette la casa estiva ad un uomo di nome Antoni Jover che lo trasformò in una residenza a tre famiglie. Tra il 2015 e il 2017 un progetto di restauro ha modificato lo spazio rendendolo più pratico come un’istituzione culturale. Durante questo periodo sono stati fatti sforzi per ripristinare il progetto originale di Gaudì utilizzando fotografie originali e documenti storici.

https://casavicens.org 


 

© Pol Viladoms

 

© Pol Viladoms

 

© Pol Viladoms

 


 

© Pol Viladoms

 
© Pol Viladoms

 

© Pol Viladoms