Londra, ecco il Serpentine Pavilion 2018

Serpentine Pavilion 2018, designed by Frida Escobedo, Serpentine Gallery, London (15 June – 7 October 2018) © Frida Escobedo, Taller de Arquitectura, Photography © 2018 Iwan Baan

 

É la giovanissima Frida Escobedo, famosa per i suoi progetti dinamici che riattivano lo spazio urbano, a progettare il nuovo Serpentine Pavilion 2018. Il progetto presentato si ispira alla tradizionale corte messicana, una struttura ariosa composta da due volumi rettangolari rivestiti con semplici tegole di cemento inglesi. Da queste, luce e brezza filtreranno all’interno della struttura, dove una tettoia rivestita di specchi e un bacino d’acqua triangolare orientato verso il meridiano di Greenwich moltiplicheranno i giochi di luci e ombre. 

Il riflesso e il rifratto del sole che si muove nel cielo porterà i visitatori a sentire una maggiore consapevolezza del tempo trascorso all’interno del padiglione trasformandolo in un segnatempo che scandisce il passare delle ore.

Frida Escobedo è il 18esimo architetto chiamato a rivestire il prestigioso incarico istituito nel 2000 con la nomina di Zaha Hadid. Giovanissima e già con un curriculum in cui spiccano le collaborazioni con  Herzog & de Meuron, la partecipazione alla Biennale di Venezia  e alla Triennale di Lisbona, fino alla conquista nel 2016 dell’“AR Emerging Architecture Award”.
 

Serpentine Pavilion 2018, designed by Frida Escobedo, Serpentine Gallery, London (15 June – 7 October 2018) © Frida Escobedo, Taller de Arquitectura, Photography © 2018 Iwan Baan

 

Serpentine Pavilion 2018, designed by Frida Escobedo, Serpentine Gallery, London (15 June – 7 October 2018) © Frida Escobedo, Taller de Arquitectura, Photography © 2018 Iwan Baan

 

Serpentine Pavilion 2018, designed by Frida Escobedo, Serpentine Gallery, London (15 June – 7 October 2018) © Frida Escobedo, Taller de Arquitectura, Photography © 2018 Iwan Baan

 

Frida Escobedo