Zaryadye Park, il nuovo parco di Mosca firmato Diller Scofidio + Renfro

Progettato dagli architetti Diller Scofidio + Renfro, Citymakers e Hargreaves Associates, questo nuovo spazio pubblico è stato un grande richiamo per i moscoviti. Zaryadye Park è diventato uno degli spazi contemporanei più importanti di Mosca, con infrastrutture e paesaggi di alta qualità, oltre a vedute straordinarie sul Cremlino e sulla Piazza Rossa.

Photo Iwan Baan

Situato in una posizione centrale, Zaryadye Park si trova su un sito storicamente carico di passato.  35 acri che sono stati trasformati in un’enclave ebraica nel 1800, hanno visto le fondamenta di un grattacielo stalinista e l’ Hotel Rossiya, il più grande albergo d’ Europa fino alla sua demolizione nel 2007. Per cinque anni, questo pezzo centrale di Mosca è rimasto recintato con il progetto di  estendere il suo uso in centro commerciale da Norman Foster.

Nel 2012, la città di Mosca e l’ architetto capo Sergey Kuznetsov hanno organizzato un concorso di progettazione per trasformare questo territorio storicamente privatizzato e commerciale in un parco pubblico. Un consorzio internazionale di design guidato da Diller Scofidio + Renfro (DS+R) con Hargreaves Associates e Citymakers è stato selezionato su novanta candidature in rappresentanza di 27 paesi diversi.

Photo Iwan Baan

Zaryadye Park è il primo parco di grandi dimensioni ad essere costruito a Mosca negli ultimi cinquant’anni, una grande estensione cche fornisce uno spazio pubblico che resiste alla categorizzazione facile. E’ allo stesso tempo parco, piazza urbana, spazio sociale, spazio culturali e ricreativo. Per ottenere questa simultaneità, i paesaggi naturali si sovrappongono agli ambienti costruiti, creando una serie di sfaccettature elementari tra il naturale e l’ artificiale, urbano e rurale, interno ed esterno. L’ intreccio di paesaggi crea un “Urbanismo selvaggio”, introducendo una nuova offerta a complemento degli spazi storicamente formali e simmetrici di Mosca.

Un sistema di pavimentazione in pietra  unisce il paesaggio, generando una miscela piuttosto che un confine, incoraggiando i visitatori a vagare liberamente. Zaryadye Park è l’ anello mancante che unisce i monumenti di fama mondiale ai quartieri urbani formando il cuore centrale di Mosca.

Photo Iwan Baan

Percorrendo ogni angolo del parco, il visitatore incontra terrazze che celebrano quattro diversi paesaggi della Russia: tundra, steppa, foresta e palude. Queste zone sono organizzate in terrazze che scendono da nord-est a sud-ovest, stratificati uno sopra l’altro per creare un totale di 14.000 metri quadrati di spazi integrati nel paesaggio: la natura e l’ architettura agiscono come un tutt’uno. I visitatori possono godere di un fiume affacciato a sbalzo a 70 metri sul fiume Mosca, media center, centro naturalistico, ristorante, mercato, due anfiteatri e una sala da concerto  (prevista per il completamento nella primavera 2018).
Queste zone naturali offrono luoghi di aggregazione, riposo e osservazione, in sintonia con spazi culturali all’aperto e al chiuso. 

Photo Iwan Baan
Photo Philippe Ruault
Photo Philippe Ruault
Photo Iwan Baan
Photo Iwan Baan
Photo Iwan Baan
Photo Iwan Baan
Photo Iwan Baan